Vacanze in Romagna. Riccione, tra piadina e ville Liberty

Riccione.
Per molti significa Viale Ceccarini e discoteche in collina. Shopping e divertimento.
Per me vuol dire soprattutto passeggiare.

Sul lungomare e il bagnasciuga. O nel paese vecchio, ammirando le ville Liberty e Déco di Alba e Abissinia. E visitare l’entroterra ricco di storia e natura.

Riccione

Riccione: lungomare pedonale, Terme, il paese vecchio e il Liberty.

Viale Ceccarini è lo spartiacque tra le zone di Alba e Abissinia. Il paese è alle spalle, leggermente più lontano dal mare. Nella zona di Alba c’è il porto canale, alla fine dell’Abissinia le Terme.

Dal porto canale alle Terme puoi passeggiare sul lungomare pedonale, arredato e molto verde, a fianco c’è anche la ciclabile. Cammino instancabile, per ore, tra battigia e lungomare. Con il sole o la pioggia. il mare mi piace sempre.

Le Terme sono sul mare e immerse nella pineta. Non ho mai usufruito dei servizi termali ma posso dirti che ho sempre avuto un ritorno positivo dagli amici che hanno fatto lì trattamenti di salute o estetici.

Lungomare di Riccione

Vacanze in Romagna

Romagna

Il paese e l’Itinerario Liberty.

Il paese vecchio regala scorci gradevoli e un bel mercato (il venerdì).
Vado spesso per fare la spesa o anche solo due passi scendendo poi dal lungo viale alberato che porta fino a Viale Ceccarini.

Quello che forse non sai è che a Riccione puoi organizzare, a piedi o in bicicletta, un vero e proprio percorso per scoprire le ville di fine Ottocento e inizio Novecento.

A me piace perdermi tra le strade di Abissinia e Alba, senza meta, camminando all’ombra dei pini, osservando la bellezza delle ville, i dettagli architettonici e i giardini.

Riccione è molto verde!
Il parco pubblico Cicchetti si estende per mille metri quadrati. È curato e bellissimo e offre delle aree sgambatura cani molto grandi.

Nota: piccoli borghi quasi di montagna e alcuni dei castelli malatestiani sono a pochi chilometri da Riccione. Organizza una gita o scegli di dormire in collina. Per tanti anni ho trascorso le mie vacanze nella pace di Montefiore Conca scendendo a mare quando ne avevo voglia.

Riccione paese

Romagna

Riccione da mangiare (e da bere).

Ti lascio i nomi dei posti dove torno e ritorno da tanti anni. E se resistono loro e pure io, un motivo ci sarà. Tra i miei tips non trovi gli indirizzi dei locali di tendenza e neppure un elenco esaustivo. Solo quelli dei locali, delle botteghe e delle gastronomie che conosco e apprezzo.

Se già conosci i miei Itinerari alla scoperta della bellezza italiana, sai che amo i viaggi lenti alla ricerca di sapori autentici. E che viaggio con una canina, scegliendo solo situazioni dove tutta la mia famiglia è ben accetta.

DORMIRE.

A Riccione, di solito, prediligo andare in appartamento e sono sempre felice di affidarmi alla agenzia di Marco Perazzini (affitti estivi, fuori stagione e anche brevi).

PIADA E PIZZA.

Piada da Romano.
Pizza in teglia dalla Reddy.
Entrambi zona Abissinia.

Piadina romagnola

PASTICCERIA.

Moderna. Specialità: tutto, soprattutto cannolini e bomboloni (zona Alba).

SPESA/GASTRONOMIA.

Se resti per più giorni e devi fare la spesa, ti consiglio i market del paese: più ordinati e puliti (mi riferisco ai market grandi).

In paese prendi nota della Polleria Argentina (sul corso principale): è super consigliata per il pollo ma anche per la scelta delle verdure già pronte.

A mare, ti segnalo la bottega alimentari Soccia, a due passi da viale Ceccarini zona Abissinia.

Sempre a mare, per piccole spese e soprattutto per una GRANDE gastronomia, Da Massimo e Sonia- CRAI (Viale Battisti, zona Abissinia), sia per cucina di mare che di terra.

Rosticceria L’Angolo Sfizioso (pesce alla romagnola), Viale Gramsci (Abissinia).

Valli Market: frutta e verdura freschi, piccolo market e, anche qui, gastronomia casalinga di grande livello. Viale San Martino (Abissinia).

Pasticceria Moderna Riccione

Soccia Alimentari

APERITIVO.

Indaco per i cocktails.

Bevabbè per bere (bene) in stile bolognese.

Indaco Riccione

MANGIARE.

Di terra. Da Corrado (località Sant’Andrea in Casale, a 10 minuti di macchina da Riccione sulla strada che porta a Morciano). Posto alla buona dove la sfoglia è fatta ancora in casa. Strettine alla romagnola e pollo sono da decenni i miei preferiti.

Da Frank, piedi sulla sabbia e pesce tradizionale alla romagnola.

Da Gher sul porto canale, un grande classico dagli anni Sessanta.

Buon viaggio, Monica

Viaggia con me.

Mi piace viaggiare cercando, nei luoghi che visito, punti di vista diversi che poi condivido sul blog. Cortina d’Ampezzo fuori stagione, come Riccione, può offrire momenti e scoperte inattese al viaggiatore curioso.

Keep in Touch

Per restare sempre aggiornato e non perdere nuove ricette e articoli, iscriviti alla newsletter di Tortellini&CO. Niente spam, solo cose carine.

Stai in Rete

Se ti va, puoi seguirmi su InstagramPinterest e Facebook.

Frenk Riccione

Romagna

Brevi note storiche su Riccione.

Le tracce di primi insediamenti risalgono al II secolo a.C.

Nel XIII secolo la famiglia fiorentina degli Agolanti diede impulso alla costruzione del borgo (il paese vecchio). In seguito Riccione entrò a fare parte, con tutta la Romagna, dei possedimenti dello Stato della Chiesa.

A metà dell’Ottocento inizia la sua fortuna balnerare come centro di salute. L’arrivo della ferrovia con fermata Riccione, nel 1862, favorisce l’arrivo dei turisti da Bologna.

A fine Ottocento inizia la trasformazione con la costruzione di ville e hotel; il rifacimento del porto canale e l’apparizione delle prime trattorie di pesce. Maria Ceccarini è, con il marito, una delle artefici del cambiamento.

Nel 1922 Riccione conquista l’autonomia amministrativa e diventa comune.
Dal 1926 al 1943 la famiglia Mussolini sceglie Riccione come meta di vacanza, acquistando la villa costruita nel 1892 sul mare dalla marchesa Eugenia Beccadelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here