Torta rovesciata di mele senza burro e senza olio

La torta di mele è il dolce “di casa” per eccellenza. Come lei, credo, solo la crostata.
E le ciambelle. Tre dolci che, quando ero bambina, nonna preparava quasi tutti i giorni perché una volta colazione e merenda erano rigorosamente homemade. Almeno a casa mia.

Quella che condivido oggi è la ricetta della torta di mele rovesciata.
L’hai mai assaggiata?

Torta rovesciata di mele

Torta rovesciata di mele.

La torta di mele è quella che si prepara più spesso, che piace a tutti, non stanca mai e riempie la casa di profumo e ricordi perché ogni famiglia ha una ricetta della nonna che rende unico quel dolce.

È la ricetta dei primi pasticci in cucina e, per me, il primo dolce che ricordo insieme alla ciambella di nonna. Anche se, per la ciambella come per la torta di mele, dovrei usare il plurale infatti nonna aveva di entrambe un certo numero di versioni.

Non so bene per quale motivo ma, finora, sul blog non avevo mai pubblicato una ricetta di torte di mela di casa. Puoi trovare quella un po’ esotica di mele e tè matcha, quella montanara e un po’ rustica con la farina di grano saraceno ma nessuna ricetta di casa mia.

Sono felice di colmare questa lacuna con una torta rovesciata di mele che, a mio parere, un amante del genere deve provare.

La particolarità di questo dolce è che nonna usava tante mele, e uvetta, per un quantitativo abbastanza modesto di impasto. Praticamente si tratta di versare un po’ di pastella su una cassetta di frutta lasciando che trovi da sola la sua strada tra i pezzetti di mela. Durante la cottura, a contatto con le mele, l’impasto cuocerà restando soffice e morbido neanche fosse una crema.

Il trucco per la buona riuscita del dolce.

Quello che condivido come un “trucco” era una cosa che nonna (e come lei tutte le persone della sua generazione), sapeva bene: la frutta è tutta diversa.

A seconda della varietà, ma anche del clima che può avere reso la frutta più zuccherina o più ricca d’acqua, la frutta può riservare una sorpresa che, nel forno, potrebbe diventare un problema. Se contiene troppo liquido rischia di compromettere la lievitazione e la cottura del dolce.

Quando prepari un dolce con frutta fresca, dopo averla tagliata a pezzi, falla riposare in una ciotola coperta per qualche ora o tutta la notte. In questo modo le darai il tempo di rilasciare l’acqua che, a seconda di quanto sarà, potrai unire all’impasto sostituendo altre parti liquide o utilizzare per altre preparazioni. Per questa ricetta ho usato delle mele locali, tu cerca una varietà poco sugosa.

Sai che una mela è fatta all’85% circa di acqua?

Per questa ricetta ho usato delle mele locali, tu cerca una varietà poco sugosa.

Ti lascio alla ricetta. Una torta rovesciata di mele di quasi primavera in questo febbraio di giornate tiepide e soleggiate. Aspettando marzo per scoprire se l’inverno ha davvero lasciato il passo alla nuova stagione.

Buona cucina di casa, Monica

Keep in Touch

Per restare sempre aggiornato e non perdere nuove ricette e articoli, iscriviti alla newsletter di Tortellini&CO. Niente spam, solo cose carine.

Stai in Rete

Se ti va, puoi seguirmi su InstagramPinterest e Facebook.

Torta rovesciata di mele

Consiglio

Per decorare la torta rovesciata ho usato dello zucchero a velo. Per evitare che a contatto con la frutta creasse un effetto poco bello da vedere (grumoso e bagnaticcio!), ho spolverato l’intera superficie usando un colino, poi ho spennellato con un pennello da cucina per creare l’effetto rigato che vedi nelle foto, con quell’effetto tessuto intrecciato che a me piace molto.

Puoi usare farina 0, 00, 1 o di farro.

Nella ricetta originale, nonna aggiungeva anche 100g di cedro candito tagliato fine.

Torta rovesciata di mele e uvette


per 4-6 persone
stampo a cerniera, 20cm diametro
Ingredienti


mele, 500g
farina, 150g
zucchero semolato, 150g + 4 cucchiai
uova normali, 2
uvetta, 100g
zucchero a velo per decorare
sale, un pizzico

succo filtrato di mezzo limone, facoltativo
rum, se vuoi


Procedimento


Metti le uvette in acqua e rum (metà acqua e metà rum) per un’ora circa.

Trascorso questo tempo, sbuccia le mele, elimina il torsolo e taglia a pezzi piccoli.

Metti le mele in una ciotola capiente, versa il succo di mezzo limone, aggiungi uno o due cucchiai di zucchero e mescola con le mani in modo che tutta la frutta entri a contatto con lo zucchero.

Scola le uvette e versa nella ciotola delle mele, mescola ancora, copri con pellicola e lascia riposare in frigorifero per un paio di ore o tutta la notte. Di solito lascio riposare molto a lungo.

Dopo il riposo separa la frutta dal liquido che devi tenere da parte.

Mescola farina, sale e zucchero e tieni da parte.

Preriscalda il forno a 180 gradi, funzione statica.

Monta le uova con la frusta, aggiungi la parte secca e incorpora con la frusta. Se ti sembra poco liquida aggiungi il liquido delle mele, se però è tanto, aggiungi poco alla volta fino a rendere la pastella liscia e abbastanza lenta.

Rivesti una teglia di carta forno, spolvera il fondo con due cucchiai di zucchero, versa le mele e le uvette in modo da formare uno strato alto e uniforme poi versa l’impasto sulla frutta.

Aggiungi l’impasto ruotando con la mano libera lo stampo, in modo da versarlo uniformemente sulle mele.

Metti il dolce nel forno, abbassa la temperatura a 170 gradi e cuoci per circa 35 minuti.

Fai la prova con lo stecchino di legno, quando esce asciutto la torta è pronta.
Se ti sembra che stia diventando troppo scura, copri con un foglio di alluminio.

Togli dal forno e lascia raffreddare prima di capovolgere.

Spolvera la torta rovesciata con zucchero a velo e spennella la superficie con un pennello per creare l’effetto tessuto intrecciato.

Torta rovesciata di mele

Torta di mele

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here