Le salsicce del signor Giovanni, una pentola e tre ingredienti

Salsicce, peperoni e patate.
Questi sono gli ingredienti principali del piatto di salsicce che preparava Giovanni.
Un piatto semplice, della tradizione contadina romagnola, che ti conquisterà.
Come dico spesso, semplice non vuol dire banale.

Salsicce del signor Giovanni

Le salsicce del signor Giovanni.

Giovanni e la moglie Laura sono amici dei miei genitori da una vita.
Lei è magra e piccola di statura. Lui è alto, robusto e ha una gran passione per la cucina.

Negli anni ho sentito declamare e ho assaggiato tanti dei suoi piatti.
Tra questi ricordo le salsicce cotte con patate e peperoni, tutto insieme.

E io che con nonna ero abituata a guardarla cucinare dalla soglia della cucina, poi seduta in un angolo con la promessa di non avvicinarmi ai fornelli, quando avevo l’occasione facevo lo stesso con Giovanni.

Rivedo Giovanni che adagia sul fondo del tegame le erbe aromatiche fresche che coltiva lui stesso. Poi sistema gli ingredienti con un ordine preciso: aromatiche, salsicce, verdure e, da ultimo, il pane. Quello vecchio, da riciclare.

Lo rivedo mentre mette il tegame sul fuoco e sigilla con il coperchio. Questa ricetta ha una cottura veloce. E infatti, poco dopo eccolo comparire a tavola con la pentola.

Il momento dell’apertura della pentola, ogni volta, è accompagnato da coro di esclamazioni scatenato dal profumo ricco delle erbe, dalla fragranza più dolce delle patate cotte e dalla nota aspra del peperone. Su tutti trionfa quello delle salsicce.

È un piatto semplice dove gli ingredienti cuociono velocemente e a stretto contatto, permettendo un segreto e felice scambio di umori. Il pane arriva dopo, in bocca, un boccone morbido e saporito.

Tutto il piatto è pieno di gusto, al punto che io non aggiungo il sale. Basta quello delle salsicce. Prima di servire, elimino solo la parte legnosa delle aromatiche che, dopo la cottura, è ormai sguarnita dalle foglie di rosmarino e timo.

Ho usato dei friggitelli ma il signor Giovanni usava i peperoni nostrani, quelli gialli, rossi o verdi. In proporzione devono esserci più patate che peperoni.

Cucina con me

Secondo o piatto unico? In entrambi i casi ti darà soddisfazione. Le salsicce con patate e peperoni si accompagnano bene con la salsa verde della tradizione bolognese. La salsa esalterà le salsicce e le verdure (QUI trovi la ricetta).

Keep in Touch

Per restare sempre aggiornato e non perdere nuove ricette e articoli, iscriviti alla newsletter di Tortellini&CO. Niente spam, solo cose carine.

Stai in Rete

Se ti va, puoi seguirmi su InstagramPinterest e Facebook.

Ricette contadine

Salsicce, patate e peperoni

Salsicce del signor Giovanni: ricetta


per 4 persone
Ingredienti


500 g salsiccia fresca
2 peperoni (o 6 friggitelli)
3 patate grosse
2 rametti di rosmarino, qualche foglia di salvia, timo fresco o secco (oppure origano)
pane (anche secco), q.b.
vino bianco, 50 ml
brodo di verdure o di carne, 150 ml


Procedimento


Lava le aromatiche e tieni da parte.

Lava i peperoni, taglia a metà, elimina picciolo e semi. Taglia a pezzi e metti da parte.

Sbuccia le patate, taglia a pezzi e metti da parte.

Elimina la pelle della salsiccia e taglia in pezzi.

Prepara la pentola: sul fondo metti le aromatiche, poi aggiungi la salsiccia e copri con peperoni e patate. Irrora con un filo d’olio.

Metti sul fuoco e cuoci per 5 minuti a fiamma medio-bassa.

Sfuma con il vino e cuoci per alcuni minuti prima di aggiungere il brodo, muovi le salsicce e, infine, metti nel tegame anche il pane (intero se è secco, a pezzi se fresco).

Copri la pentola con il coperchio e cuoci per 15 minuti a fiamma medio-bassa.

Trascorso questo tempo, termina la cottura a tegame scoperto.
Il piatto è pronto quando il sugo si sarà ristretto (ma non del tutto).

Servi le salsicce calde.

Ricetta Piatto unico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here