Salsa di pomodoro dell’Artusi (ricetta veloce)

Ho provato la salsa di pomodoro di Pellegrino Artusi scoprendo che è un tale concentrato di sapori da sembrare una bottiglia di passata dell’anno precedente.

Salsa di pomodoro dell'Artusi (ricetta veloce)

Di libri da leggere e ricette da provare.

Ho un arretrato incredibile di ricette da provare, alcune per la prima volta.
E lo stesso vale per i libri che compro e che finiscono nella pila di quelli da leggere.

Nonostante gli arretrati, c’è un libro che sfoglio spesso.
L’Arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi, edizione Giunti del 1960 dal sapore vintage, che per me è il Libro di cucina.

Risponde a diverse esigenze, ad esempio verificare ingredienti e storia di una ricetta ma, più spesso, lo sfoglio per piacere.

Mi lascio andare alla piacevole lettura delle ricette che trovo aprendo le pagine del libro a caso e delle introduzioni a carattere sociale e storico che rimandano a luoghi e personaggi familiari.

Artusi, con le ricette e gli ingredienti, racconta tanto della Romagna e di Bologna di fine Ottocento e inizio Novecento. I personaggi storici sono quelli che ho studiato prima sui libri di storia e poi come ricercatore di storia contemporanea. Altrettanto affascinanti sono i personaggi “senza nome” -ma ispirati alla realtà- che il gastronomo incontrò.

Questa magnifica opera dedicata alla cucina di casa è un affresco ricco di aneddoti e ricordi personali che, a tratti, rendono il libro quasi un diario oltre che un libro di storia.

Don Pomodoro.

L’introduzione alla ricetta 125, salsa di pomodoro, racconta di un certo prete di una certa città della Romagna che per la sua abitudine a voler mettere “lo zampino” negli affari privati di ogni famiglia ben oltre il proprio dovere, fu ribattezzato Don Pomodoro “dal popolo arguto”. L’aneddoto è spassoso e dice qualcosa d’importante sul pomodoro.

Dopo il suo arrivo dall’America, e dopo essere stato lungamente trascurato come ingrediente, il pomodoro -nella seconda metà dell’Ottocento- si usava ormai in tante ricette. E come il naso d un certo prete entrava un po’ in tutti gli affari altrui, così il pomodoro nei piatti degli italiani.

Leggendo la ricetta sono rimasta colpita dalla semplicità e, avendo tra le mani dei pomodori profumati, l’ho messa alla prova.

Pellegrino Artusi e le ricette di casa

Salsa di pomodoro dell’Artusi a modo mio e il passaverdure.

Servono pochi ingredienti: pomodori, aglio, cipolla, poco sedano, basilico e prezzemolo.
Di mio ho aggiunto foglie d’alloro e carota.

Il procedimento è altrettanto semplice. Mentre leggo mi accorgo che, ops, non possiedo il passaverdure. Per fortuna mi viene in soccorso mia suocera con il suo.

Tu hai un passaverdure? Abbiamo case piene di elettrodomestici ma gli attrezzi da cucina “di una volta” non sono più così frequenti. Ho avuto la conferma durante il webinar dedicato alle salse che ho fatto per Casa Artusi a Casa Artusi.

Tra i partecipanti c’era chi non l’aveva. Ti do lo stesso consiglio di quella sera, in mancanza puoi usare il frullatore a immersione ma, credo, valga la acquistare un passaverdure.
Un oggetto che costa poco, occupa poco spazio e si pulisce in un attimo.

In effetti non ho ancora restituito il suo a mia suocera.

Salsa di pomodoro

Salsa di pomodoro

Una salsa versatile.

Come scrive Artusi, questa salsa si presta a molti usi: accompagnare un lesso, condire una pasta o fare il risotto.

Confermo. E rilancio. Quel che resta di verdure nel passaverdure, dopo avere aggiunto un filo d’olio e una veloce frullata con il minipimer, l’ho usata come salsa rustica per fare dei crostini da servire come antipasto in attesa del primo piatto condito con la salsa.

Ho scelto dei pomodori lunghi, vanno bene anche quelli ricci; la cosa importante è che siano sodi e maturi.

La cottura richiede circa 20 minuti; tra lavare e tagliare servono altri 10 minuti.
In 30 minuti ho preparato una salsa eccezionale.

Mi raccomando, non gettare gli scarti ma usali per fare una seconda salsa, densa e perfetta da spalmare sul pane.

Buona cucina, Monica

Keep in Touch

Per restare sempre aggiornato e non perdere nuove ricette e articoli, iscriviti alla newsletter di Tortellini&CO. Niente spam, solo cose carine.

Stai in Rete

Se ti va, puoi seguirmi su InstagramPinterest e Facebook.

Crostini al pomodoro

Salsa al pomodoro

Consiglio.

Usando il filtro più sottile del passaverdure si ottiene una salsa liscia. Io ho optato per quello intermedio ottenendo un sugo non perfettamente liscio ma più rustico e tanto saporito. Ma tu scegli la tua strada.

Salsa di pomodoro veloce, ricetta di Artusi


per 4 persone
Ingredienti


8 pomodori lunghi, oppure tondi
1 cipolla gialla piccola
1 spicchio d’aglio
½ costa di sedano
1 carotina
2 foglie di alloro
basilico e prezzemolo q.b.
sale e olio d’oliva q.b.


Procedimento


Togli la camicia all’aglio.

Elimina la buccia della cipolla e taglia a fette.

Lava le foglie di basilico, prezzemolo e alloro, asciuga e trita a coltello le prime due lasciando intere quelle di alloro che poi vanno eliminate dal sugo.

Dopo avere lavato sedano e carota, taglia a pezzetti le verdure.

Lava i pomodori e taglia in pezzi grossolani.

In un tegame unisci tutti gli ingredienti, aggiungi sale e olio con generosità, unisci anche le foglie di alloro e metti sul fuoco. Scegli un fornello piccolo e fiamma media.

Fai cuocere su fornello piccolo e fiamma vivace per 10-15 minuti, mescolando di quando in quando. Il tempo necessario a rendere la salsa cremosa.

Elimina l’alloro e passa tutto con il passaverdure.

Scegli il filtro a maglia più fitta per una salsa liscia. Il filtro a maglia intermedia per una salsa più rustica.

La salsa è pronta.

Usa quel che resta di verdure e bucce di pomodoro come condimento per fare dei crostini: raccogli gli scarti in una ciotola, aggiungi olio e un poco di acqua e mescola (puoi frullare per renderla meno grossolana). Spalma sul pane abbrustolito.

Salsa di pomodoro

Ricette di casa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here