Bologna e una mappa sporca di… cioccolata in tazza

Amo i taccuini ed i quaderni. Mi piacciono quelli con le pagine tutte bianche e quelli con righe e quadretti. Insomma, li amo tutti e ne porto sempre un paio in borsa con me. E un libro. O due. Dipende. Per questo prediligo le borse capienti… anche se poi finisce che trascino tutto il giorno un peso non indifferente.

I miei quaderni sono una specie di magazzino distaccato della mia testa. Un hangar dove planano le informazioni.  E’ lì che appunto le cose che non voglio dimenticare o che mi riservo di guardare meglio in un momento successivo.

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

I miei quaderni

Negli anni ho notato un solo filo conduttore nella loro scelta: il colore. Compro quasi sempre quaderni che hanno copertine rosa o viola.

Alcuni contengono una sequenza incasinata di frasi, suggestioni, indirizzi.
I più preziosi, sono i quaderni ricettario. Mi piace scrivere a mano le mie ricette, sfogliarli e sentire sotto le dita i segni che la penna lascia sulla pagina.

Infine ci sono i quaderni delle mappe. Ogni pagina contiene una mappa dedicata ad un argomento. Ogni mappa è composta da luoghi e indirizzi di posti che frequento, che ho scoperto e non posso più lasciare.

Trovo il mio Mr. Bolognese che ne sfoglia uno e dice: scusa per quale motivo non condividi queste informazioni sul blog? Ed eccomi qui a condividere una mappa dedicata alla mia città, Bologna.

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazzaBologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

Prima che l’inverno finisca, parliamo di cioccolata in tazza?

Sul blog avevo dichiarato che sarebbe stata la bevanda che più mi avrebbe fatto compagnia durante l’inverno. Ed è stato così. Dirò di più. Continuerò a bere tazze fumanti di cioccolata profumata fino all’ultimo giorno freddo. Non a caso, il mio buonissimo preparato casalingo in polvere, che conservo in un barattolo di vetro, è ancora sulla mensola, a portata di mano.

Avete già provato il preparato per cioccolata calda? E’ collaudato e senza glutine. Se preferite una cioccolata meno densa, dopo avere spento il fornello, aggiungete del latte e mescolate per renderla più fluida. Per la ricetta cliccate QUI.

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

Una mappa sporca di …cioccolata in tazza

Amo la cioccolata in tazza bollente. Rigorosamente con la panna montata.
E seguo un mio rituale. Mangio tutta la panna aspettando che la cioccolata diventi leggermente tiepida, così la sensazione zuccherosa si affievolisce ed emerge il vero sapore della cioccolata.

Quando mi siedo al tavolo di un locale la chiedo sempre con panna.
Panna scadente o da bomboletta comportano l’esclusione del locale dalle mie coordinate e quindi dalla mia mappa. Certo, anche la cioccolata deve essere di qualità. Mi piace sia leggermente amara sia quella più dolce.
Seduta o al banco, gusto la mia bevanda preferita leggendo qualche riga dal libro pescato dalla mia biblioteca volante (la borsa).

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

MAPPA! La mia tazza preferita di cioccolata con panna

Il Gelatauro. Tra quelle indicate, è la cioccolata meno dolce.
Via San Vitale 98 B
Orari e info sul SITO WEB.

Sartoria Bakery Cafè
Piazza Aldrovandi 23 B
Per orari e info, guardate la PAGINA FB

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

La Sorbetteria
Via Castiglione 44
Orari e info QUI.

Sorbetteria e Gelatauro sono entrambe gelaterie. Una cosa che mi piace del Gelatauro è che, a richiesta, la preparano nel bicchiere da asporto. Troppo bello camminare e vedere tutti che si girano attirati dalla scia di cioccolato.

Nella mappa cito poi due locali che rappresentano un pezzo di storia nella vita della città. Il primo si contraddistingue per le grandi vetrate che affacciano su Via Ugo Bassi, proprio di fronte al Mercato delle Erbe, gli arredi storici e per essere una delle antiche pasticcerie della città. Il secondo ha una vetrina piccola ed è storico in modo diverso. Negli anni Settanta e Ottanta era luogo di ristoro per le signore-della-Bologna-bene in pausa dallo shopping poi, verso il calar della sera, era uno dei posti dell’aperitivo dei biassanot. La nuova gestione mi pare voglia rilanciarlo in questo senso. Io preferisco la saletta interna del secondo alle grandi vetrine del primo. Ma cosa volete, son gusti.

Caffè e pasticceria Gamberini
Via Ugo Bassi 12
Orari sul SITO

Al Bricco d’Oro
Via Farini 6
Orari e info sulla pagina FB.

Mentre scrivo, mi segnalano anche la cioccolata calda della Cremeria di Santo Stefano. La proverò, che dite?

xo, Monica

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

Bologna e una mappa sporca di... cioccolata in tazza

Se avete voglia di leggere altri tips su Bologna, li trovate nel Magazine, nella sezione dedicata a Tortellini Bologna: QUI.

Articolo disponibile anche in Eng