Una fetta di plumcake al cocco (senza glutine)


Non so se capita anche a voi di entrare in cucina senza velleità e poi, chissà come e chissà perché, eccovi lì con il grembiule allacciato e la frusta in mano mentre regolate la temperatura del forno. La ricetta del plumcake al cocco è nata così.
Senza pianificazione né preavviso.

Ero a Casa Nora, il room & breakfast che gestisco con il signor G.
La colazione per gli ospiti, pronta. Una colazione semplice e casalinga.
Pane, burro, granola, torte, yogurt, una o due confetture che preparo con frutta di stagione. Di solito mi occupo anche delle torte. Non questa volta. O almeno non del tutto.

Parentesi. Sapete della mia insana passione per tutto quello che può essere conservato in vaso? Alcuni tra voi lo sanno di certo, gli altri possono trovare le mie ricette per vasetti golosi nella sezione del blog che si chiama IN VETRO dove raccolgo ricette dolci e salate.

La colazione

Dovete sapere che il giorno precedente l’arrivo dei nuovi ospiti ero fuori Bologna.
Il santo signor G ha pensato di comprare almeno una crostata per darmi una mano. E se state pensando che poteva fare di più, sappiate che, povero, non aveva le condizioni. Eh si, infatti se non preparo io le torte, poi metto il muso. Rientrata a sera tardi, dovevo solo preparare una ciambella, che ho pensato di fare al cacao con amarene.

Il mattino successivo, mentre predispongo la colazione, resto interdetta. La torta è al cacao, la crostata è farcita con crema di cioccolato. Mi sembra una sorta di ripetizione di sapori e così, senza neppure rendermene conto, abbandono la cura delle piante per entrare in cucina.

Colazione con una fetta di plumcake al cocco (senza glutine)

Mais fioretto e cocco grattugiato

Ho preso la prima farina che ho trovato, quella di mais fioretto che mi piace tanto, e ho pensato: senza glutine. E poi, piano piano, il dolce ha preso sapore e forma.

E’ un dolce da colazione e merenda, perfetto per accompagnare il tè.
Soffice e umido, è senza burro né olio. Ma visto che ho aggiunto cocco grattugiato (senza zuccheri aggiunti), che non è proprio dietetico, non so se il plumcake al cocco possa essere definito leggero nel senso di light.

Certo è buono. Un dolce semplice, senza pretese. Non è una di quelle ricette sfrontate che tira la punta della giacca per farsi notare. Ma se poi lo assaggi, finisce che magari ne porti un paio di fette in camera, per dopo. Come ha fatto una nostra simpaticissima ospite, per la gioia della sottoscritta.

Se lo provate, poi mi dite cosa ne pensate?

Monica

Curiosità
  • Conoscete il cocco rapè? E poi, farina di cocco e cocco grattugiato sono la stessa cosa? Con o senza zuccheri aggiunti? Se volete saperne di più, consiglio la lettura di questo articolo dedicato alla FARINA DI COCCO.

Colazione con una fetta di plumcake al cocco (senza glutine)

Ricetta del plumcake al cocco


Ingredienti
per 4-6 persone
stampo rettangolare: 25 cm


170 g farina di mais fioretto
50 g di maizena o di amido di mais
100 g di zucchero a velo
50 g di farina di cocco grattugiato
60 g di yogurt bianco
2 uova
5 g di lievito per dolci
olio o burro per ungere lo stampo


Procedimento


In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi.
Poi aggiungete yogurt e uova e mescolate sino ad ottenere un composto morbido.
Ungete lo stampo, versate il composto e cuocete in forno caldo a 180 gradi per circa 20-25 minuti o fino a che i bordi sono dorati.

Colazione con una fetta di plumcake al cocco (senza glutine)